Quattro rappresentanze del Campionato Italiano di Eccellenza – Pataro Rugby Calvisano, Femi-CZ Rugby Rovigo, Rugby Petrarca e Rugby Viadana – saranno raggiunti dai Timisoara Saracens della Romania, RC Batumi della Georgia, Heidelberger RK della Germania e dal Centro Desportivo Universitario de Lisboa (CDUL Rugby) del Portogallo per gareggiare in due gironi da quattro squadre.

Al termine delle partite delle fasi di girone, il vincitore del girone A incontrerà il secondo classificato del girone B, e il vincitore del girone B incontrerà il secondo classificato del girone A in casa e in trasferta.

I due club che avanzano si incontreranno poi in casa e in trasferta e il vincitore si assicurerà un posto nella finale del Continental Shield a Bilbao il prossimo maggio qualificandosi anche per la Challenge Cup 2018/19.

L’altro finalista del Continental Shield si deciderà con un play-off in casa e in trasferta tra i club russi Enisei-STM e Krasny Yar che hanno già superato le fasi di eliminazione diretta della competizione grazie alla loro partecipazione alla Challenge Cup di questa stagione e al loro successo nella scorsa stagione del Continental Shield.

Il vincitore dei play-off tra Enisei-STM e Krasny Yar andrà in finale del Continental Shield a Bilbao e si qualificherà anche per la Challenge Cup 2018/19.

L’obiettivo del Continental Shield è ampliare la presenza dei club di rugby in Europa e offrire sia ai club emergenti sia a quelli attestati di varie regioni la possibilità di qualificarsi per la Challenge Cup.

Il Continental Shield, che la scorsa stagione ha visto la vittoria di Enisei-STM ad Edimburgo, è organizzata dall’EPCR in collaborazione con la Federazione Italiana Rugby (FIR) e Rugby Europe.