Dopo la sconfitta di Clermont i bicampioni in carica di Heineken Cup devono assolutamente vincere sabato al RDS di Dublino contro i francesi se non vogliono dire addio (salvo miracoli nelle ultime due gare di gennaio) all’Europa. Questo week end potrebbe invece essere decisivo nei gruppi 4 e 6 con Ulster e Tolone a un passo dalla qualificazione.

Anche per questo quarto turno di Heineken, i fari non possono non essere puntati sulla sfida tra Leinster e Clermont. Ancora di più, come detto, perché il risultato uscito domenica scorsa dal Marcel Michelin – con la vittoria dei francesi 15-12 – mette Sexton e soci con le spalle al muro. Secondi con 9 punti nella pool 5, i bicampioni d’Europa in carica hanno cinque lunghezze da recuperare sul Clermont: significa che sabato in casa alle 15,40 locali Leinster può solo vincere per rimanere in corsa per la vittoria nel girone e quindi puntare allo storico tris. Al Marcel Michelin è uscita una partita bloccata, con entrambe le squadre molto attente a concedere il minimo indispensabile agli avversari. Ne è uscita una sfida dalla piazzola tra Parra e Sexton finita con quattro centri per parte ma con il drop di Brock James sull’ultimo pallone del primo tempo a fare la differenza per Clermont. Sabato Leinster non si potrà permettere di non attaccare e di non cercare la meta a tutti i costi per provare a togliere ai rivali anche il possibile punto di bonus difensivo. L’altra sfida della pool 5 vedrà di fronte Exeter e Scarlets, con i Chiefs reduci dalla prima vittoria della loro storia in Heineken Cup e i gallesi che invece dovranno voltare pagina dopo l’infortunio al tendine d’Achille subito da Rhys Priestland che costringerà l’apertura a saltare tutto il Sei Nazioni e, molto probabilmente, anche il tour dei Lions della prossima estate.

Il quarto turno può essere decisivo invece per Ulster e Tolone per mettere al sicuro il primo posto nel girone. Nel gruppo 4 Ulster ospita a Ravenhill il Northampton (sabato alle 19 italiane): mantenere l’imbattibilità stagionale – anche senza Johann Muller, il capitano infortunatosi proprio al Franklyn's Garden e fuori fino al termine della fase a gironi – permetterebbe alla squadra di Belfast, prima con 14 punti, di mantenere un tranquillo vantaggio su Castres, al momento secondo nel girone e impegnato in casa domenica contro Glasgow.

Stesso discorso vale per Tolone nel gruppo 6. I francesi guidano il gruppo con 13 punti, cinque in più del Montpellier. Dopo le vittorie esterne dello scorso fine settimana, entrambe tornano a giocare in casa: Wilkinson e soci contro Sale, Montpellier contro Cardiff.

Nel gruppo 1 è invece corsa a tre e le prime due della classe, Saracens e Munster, appaiate a quota 10 punti, si scontrano a Vicarage Road domenica alle 16 ora italiana. Lo scorso turno Munster è riuscita a far valere la legge di Thomond Park, ma sul 15-9 finale hanno pesato anche quattro errori al piede di Owen Farrell, segno comunque che i Saracens hanno giocato alla pari con la Red Army. Proverà ad approfittare dello scontro diretto il Racing-Metrò, salito a 8 punti in classifica dopo la vittoria contro Edimburgo. I parigini saranno di scena a Murrayfield contro una squadra che, dopo aver raggiunto le semifinali lo scorso anno, non è ancora riuscita a raccogliere un punto in classifica in questa stagione.

Tolosa guida invece il gruppo 2 con 13 punti (Leicester insegue a 10) ma ha una trasferta non semplice a Swansea contro gli Ospreys, sempre pericolosi al Liberty Stadium. Nel gruppo 3, dominato dagli Harlequins, è invece lotta per il secondo posto tra Connacht e Biarritz. La vittoria degli irlandesi a Galway la scorsa settimana ha portato ad una rivoluzione nel club basco: a guidare la squadra non ci sono più Jack Isaac e Serge Milhas, ma a partire da venerdì sera al Parc de Sports Aguilera saranno in carica Laurent Rodriguez e Mathieu Rourre.