Nella Challenge Cup più equilibrata degli ultimi tempi, le squadre italiane non stanno facendo malissimo anche se i distinguo sono, oltre che necessari, doverosi.

Viadana, infatti, si è imposta ad Albi (27-17) collezionando la seconda vittoria in questo torneo e  sabato guarda con fiducia al match con gli inglesi del Worcester che verranno in Italia senza grosse speranze di qualificazione.

La squadra di Love ha rischiato di conquistare il bonus perché la terza meta di Pedersen (per lui una prestazione stellare…) è arrivata quando mancavano ancora trenta minuti al termine dell’incontro.


Il mancato punto aggiuntivo, però, non cambia la sostanza della vittoria dei mantovani che ci permettono di vedere una squadra italiana vincere all’estero dopo il 34-0 del Benetton contro i francesi del Bourgoin.


Era il 29 ottobre del 2004 dea allora l’Italia non ha più vinto in trasferta sia in Challenge Cup che in Heineken Cup.


Pur non avendo vinto bisogna, poi, sottolineare la bella prova del Petrarca Padova che ha provato a giocarsi la partita a Montauban schierando una formazione credibile e, davanti a 4000 spettatori, si è arresa solo alla fine dopo aver a lungo sperato nel colpaccio (7-19).


Il GRAN Parma, infine, ha subito una dura lezione dai Glasgow Warriors e davanti ai pochi intimi del Lanfranchi (solo 700 spettatori…) ha subito ben sei mete a fronte delle due sole segnate (17-47).